Nella tela del tempo
Viaggio nel tempo in un passato e futuro che si intrecciano

Amore e Mistero, in una trama avvincente che tiene sospeso il lettore fino all'ultima pagina, in cui sentimenti, passioni, sotterfugi e segreti inconfessabili si intrecciano alla perfezione come in un puzzle. Un puzzle, questo, dove il paesaggio di contorno è quello dell'isola di Comino, nel Mar Mediterraneo, tra Malta e Gozo, un panorama di ineguagliabile bellezza, in cui la natura selvaggia e le acque cristalline fanno da padrone in un'avventura all'insegna del mistero e continui colpi di scena.

I personaggi ci coinvolgono con le loro vicissitudini personali fino al loro ultimo respiro.

Le figure predominanti dell'opera di Barbara Nalin, sono Velata Dalle Tele e le sue due nipoti Melita e Sara, figlie di Eliza. Generazioni di donne che si mettono in discussione, ognuna con le loro problematiche e le loro sfide personali. Il tutto contorniato dai loro rispettivi compagni presenti e passati. Ma un segreto, un mistero a dir poco fuori da ogni portata, da ogni possibilità di comprensione razionale, aleggia intorno alla vita di questa famiglia: il Ta' Kola, un antico monumento legato all'Ordine dei Cavalieri di Malta e al Gran Maestro Jean Parisot de la Vallette.

Interessante la figura di Melita, giovane donna giornalista che ritorna sull'isola di Cominio dietro espressa richiesta del suo capo redattore per scrivere un articolo di giornale in seguito a notizie secondo cui sarebbero accaduti strani eventi vicino al vecchio mulino di proprietà della famiglia Dalle Tele.

Stile

In quest'opera prima Barbara Nalin coinvolge completamente il lettore fino a farlo sentire parte integrante della storia. Ottima la descrizione dei personaggi, con i loro difetti e le loro caratteristiche.

Eccellente il ritmo incalzante della trama. I flashback e gli intrecci sono descritti ad arte, in un buon linguaggio e una sintassi gradevole. Gli argomenti trattati, dal principio di azione, causa ed effetto fino alla lotta tra il bene e il male fanno di questo romanzo un lavoro interessante e degno di ottima considerazione nel mondo editoriale. La ricerca dei giusti valori di purezza, impegno, umiltà e persino di pentimento contribuiscono a donare a questa storia dal gusto rosa un fascino tutto al femminile. L'aggiunta del genere fantasy permette di rendere l'opera in equilibrio tra la realtà ed il mistero. I riferimenti dall'Ordine dei Cavalieri di Malta ed alla loro storia nei secoli dalla loro fondazione ad oggi, dimostrano un'eccellente conoscenza delle informazioni storiche.