Il debito

Avvincente come sempre!

La trama

Forse non è il paradiso, ma per Cal Donovan, docente di Storia della religione, è come se lo fosse. Per ringraziarlo del suo ruolo cruciale nel caso del sacerdote con le stigmate, papa Celestino VI ha infatti concesso a Cal un privilegio straordinario: l'accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all'Archivio Segreto Vaticano; chilometri di scaffali su cui sono conservati centinaia di migliaia tra manoscritti, documenti antichi e reperti inestimabili. E Cal ne approfitta subito per le sue ricerche su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell'Ottocento, durante i moti rivoluzionari che avevano sconvolto lo Stato Pontificio. Ed è così che s'imbatte in una lettera privata del segretario di Stato dell'epoca, in cui si fa riferimento a un banchiere e alla necessità di trasferirlo in gran segreto fuori Roma. Nel corso degli anni, Cal ha imparato a fidarsi del proprio istinto e quella strana vicenda lo attira come una calamita. Non può tuttavia immaginare che, dalle pagine ingiallite, emergerà un fatto sconcertante: un ingente debito - mai restituito - contratto in segreto dalla Chiesa con una banca gestita da una famiglia ebrea. Né può prevedere la sorprendente richiesta di Celestino: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Ma quali sono le reali intenzioni del papa? Cal non è l'unico a porsi quella domanda. Per alcuni membri della Curia è in gioco la sopravvivenza stessa della Chiesa, e sono pronti a usare qualsiasi mezzo pur di fermare le ricerche di Cal e ostacolare i progetti del papa...


Informazioni sul libro

Genere letterario:Thriller e gialli

Listino:€ 22,00

Editore:Nord

Collana:Narrativa Nord

Data uscita:06/11/2017

Pagine:418

Formato:rilegato

Lingua:Italiano

Traduttori:Barbara Ronca

La mia recensione
Cal Donovan torna ad essere il protagonista dell'ultimo ed avvincente lavoro di Glenn Cooper.

Questa carismatica figura ha fatto breccia nel mio cuore sin dall'inizio, da quando ho iniziato a leggere "Il segno della croce". Forse sono un po' di parte, lo ammetto! Del resto la Storia delle religioni è la materia che più prediligo. La lettura de "Il debito" ha toccato con forza le corde del mio desiderio di conoscenza, tant'è che la scelta di ambientare la ricerca di Donovan all'interno delle mura del Vaticano mi intriga molto. Il gioco di potere e l'interesse economico di cui parla Cooper rendono questo libro particolarmente interessante. 
Il romanzo è scritto in modo impeccabile, catturando il lettore pagina dopo pagina. I personaggi, come sempre, sono ben delineati, sia caratterialmente che fisicamente. La descrizione dei luoghi è accurata e precisa, permettendo al lettore di ricostruire mentalmente ogni scena.