Le origini del Cristianesimo

26.02.2020

Le origini del cristianesimo vanno individuate nella predicazione e negli atti di Gesù, che agli occhi dei suoi seguaci e dei suoi discepoli, rappresentò la realizzazione delle aspettative messianiche presenti nella tradizione ebraica.

Il Cristianesimo è profondamente radicato nella religione degli ebrei, tant'è che il gruppo nascente di seguaci continuò a sentirsi nell'alveo dell'ebraismo.

I primi cristiani, si radunavano a Gerusalemme, come raccontano i primi capitoli degli Atti degli Apostoli.

Dopo la morte di Gesù gli apostoli diffusero la nuova religione, prima in Asia Minore e in Africa, poi a Roma.

Questi apostoli predicavano che Dio si era incarnato in Gesù di Nazareth il Messia e che questo era risorto e apparso di nuovo ai suoi discepoli.

Intorno al 60 d.C., nonostante la persecuzioni attuate dalle autorità religiose ebraiche, alcune comunità di cristiani che praticavano la loro fede in segreto, si erano ormai radicate in tutto l'Oriente Romano e nella capitale. Queste comunità erano ancora immerse nell'ambito del giudaismo

A distinguere i cristiani dagli altri giudei era il fatto che essi identificavano in Gesù Cristo il Messia atteso dalla religione giudaica. La separazione del cristianesimo dal giudaismo rappresenta infatti, una successiva evoluzione voluta da Paolo di Tarso.

paoladiberti.webnode.it
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!