In aumento la vendita dei libri in Italia e all'estero

12.10.2018

La crescita delle vendite dei libri all'estero è in crescita. Lo dice l'Associazione Italiana Editori, alla Buchmesse, la Fiera Internazionale del Libro di Francoforte.

Cresce lo slancio dell'editoria italiana sul piano internazionale! L'esportazione della nostra cultura all'estero è in aumento. Nel 2017 il peso dell'esportazione è aumentato del 6% nel 2017. Oltre a ciò, si è avuto un aumento della produzione e della vendita dei libri italiani sui mercati stranieri (+10,1% nel 2017). Tale aumento si è registrato soprattutto nel settore dell'editoria illustrata per bambini.

"Assistiamo ad una lenta ma costante crescita degli autori italiani sul totale delle pubblicazioni. - ha affermato l'attuale Presidente dell'AIE Ricardo Franco Levi alla Fiera Internazionale del Libro (Frankfurter Buchmesse) che si sta tenendo in questi giorni a Francoforte - Siamo felici di questa crescita sul fronte internazionale e di questa crescente conferma della capacità di proporre e vendere diritti degli autori italiani sui mercati stranieri." 

La presenza del mondo editoriale italiano alla Frankfurter Buchmesse è stata significativa. Lo spazio italiano, che è stato organizzato dall'Associazione Italiana Editori, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo economico e l'ICE, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, conta 133 editori.

Ancora una volta, l'editoria si conferma come una delle principali industrie culturali del nostro paese. La presenza, infatti, di quattro regioni (Lazio, Piemonte, Sardegna e Veneto, rafforza ancora di più la nostra competenza nel settore dell'editoria. 

Dal "Rapporto sullo stato dell'editoria" del 2018 si evidenzia, inoltre, il fatto che i prezzi dei libri non crescono e ma che comunque il prezzo medio del venduto rimane stabile. Si menzionano, tra l'altro, i supporti per la lettura degli ebook, oggi in evidente diffusione soprattutto perché attualmente il lettore acquista il libro sempre più spesso utilizzando gli store online.